Villanoce - Vicosoprano tra la Val D'Aveto e la Val Trebbia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Villanoce

Val D'Aveto
Villa Noce (867 metri), in avetano si pronuncia "Ra Nusce" ossia "La Noce".
Nel 1251 è detta "Nuce", nel 1324 "Nuce", nel 1453 "Villa Nuce", nel 1549 "la Noce", nel 1593 "la Noce", 1692 "Noce", nel 1694 "Villa della Noce", nel 1695 "Villa Nucis", nel 1738 "Noce", nel 1853 "la Noce".
Il toponimo è insito nel nome.
Presso Villanoce era la "Ca' de l'Ava", forse il primo stanziamento sul territorio: ora son pochi ruderi.
Fra Villa Noce e Allegrezze era il "Casone Brugnato".
Sopra Villa Noce era la cappelletta di San Rocco.
Costruita nel 1836 in seguito ad un'epidemia di colera, fu fatta saltare dagli alpini della Monterosa durante un rastrellamento; è stata sostituita da una cappelletta moderna.
Il cognome più diffuso nella Parrocchia di Villa Noce è Fontana.
Già nel 1453 si registrano un Gerardo e Opizzino del fu Bertolino de la Fontana de Villa Noce, il che farebbe supporre che il cognome Fontana derivi appunto da una fontana posta in Villa Noce, zona ancor oggi ricca d'acque.
(Notizie di Sbarbaro) .
 
Torna ai contenuti | Torna al menu