Franca Malaspina - Vicosoprano tra la Val D'Aveto e la Val Trebbia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Franca Malaspina

Il Vostro Spazio
Caro Renato,
sono la Franca, nipote della Lina di Ugo, e figlia di Arturo con cui quando eri ragazzo andavi a funghi.
Ho visto il sito che hai fatto su Vicosoprano e devo dirti che leggendolo ho avuto un tuffo al cuore e mi sono commossa….
Tutto quello che hai descritto, le persone, le sensazioni ed i luoghi mi hanno fatto rivivere come un sogno le mie meravigliose estati a Vico!
Tu hai descritto così bene come erano le persone di allora , e anche di noi villeggianti che passavamo lì il mese delle vacanze;  ho rivisto nelle foto persone anziane amiche dei miei genitori e ragazzi che erano i miei amici di quelle estati. In un attimo ho rivissuto le passeggiate in Campolungo, alla Cappelletta, i caldi pomeriggi in Pescin o in Pianseiun ed il rientro stanchi e affamati la sera, la festa nel centro del paese con la musica e l’osteria, la trebbiatura del grano, le partite coi paesi rivali a Rezzoaglio e tante, tante altre cose che forse avevo dimenticato in quasi 40 anni di mia assenza, ma che mi sono passate davanti come se fossero avvenute ieri!! Ora sono una nonna di 2 splendidi bimbi che mi ha regalato la mia unica figlia Michela.
Qualche anno fa sono venuta a trovare la mia cara Zia Lina in un giorno di fine estate e poco prima che Lei si ammalasse.
Ed è allora che ho fatto un giro per le vie di Vico, ma le persone che ricordavo non c’erano più…. Era tutto cambiato. Ho rivisto la tua casa. Aveva le finestre chiuse e mi è venuto alla mente quando la tua Mamma Bruna stava tutto il giorno sul terrazzino a prendere il sole e a volte parlava con mia mamma, la Luciana di Nicola e la Catin. Quanti ricordi!!! E’ bellisssimo quello che tu hai fatto per Vico, le cose che mi hai ricordato mi hanno fatto felice. Ora cercherò nelle mie vecchie foto di Vico e sono sicura di trovarne qualcuna che ti manderò.
Ho deciso che questa estate farò un salto a Vico perché voglio andare al cimitero dagli Zii Ugo e Lina e spero che mio cugino Renato sia là. Ti ringrazio per il tempo che spenderai nel leggere questa lettera, ma credimi a me ha fatto un gran bene ricordare queste cose e spero di avere tue notizie.
Ti saluto con un abbraccio.
Francesca Malaspina
 
Torna ai contenuti | Torna al menu