Cerignale - Vicosoprano tra la Val D'Aveto e la Val Trebbia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cerignale

Val Trebbia > Cerignale
Sulla dorsale che divide il fiume Trebbia ed il torrente Aveto, sorge Cerignale, piccolo centro montano, che offre dalla sua posizione il panorama indubbiamente più suggestivo dell’Appennino Ligure-Emiliano. La zona circostante è costituita da una lunga catena montuosa che comprende i monti Cerello, Zucchero, Bellocchio,Tane, Gorelle, Veri e Ronco Marcon. Il territorio comunale, ricoperto di castagni, faggi e querce, è ricco di corsi d’acqua e vecchi mulini. Accanto a un consolidato e storico turismo venatorio, Cerignale offre piacevoli giornate a seconda delle stagioni: dalla raccolta delle castagne, dei funghi e dei frutti di bosco alle passeggiate estive in cerca di fresco e relax. In inverno le escursioni per i più esperti consentono di raggiungere le vette innevate e godere degli stupendi panorami delle valli. I tornanti che raggiungono Cerignale dalla Statale 45 sono ideali per gli amanti del mototurismo e per il ciclismo amatoriale. I corsi d’acqua del Trebbia e dell’Aveto si prestano invece, perfettamente alle attività canoistiche. Le case in pietra caratterizzano il borgo di Cerignale, arricchito dall’antica pieve Parrocchiale di San Lorenzo, edificata nel cinquecento e ricostruita nel corso del ‘700. E’ considerata una dei rari esempi, presenti sul territorio piacentino, di chiesa costruita a croce greca con pianta ottagonale. In località Cariseto ci sono invece i ruderi di un castello, un tempo di grande importanza strategica. Cerignale comprende anche l’antico borgo Ponte Organasco, uno dei meglio conservati della valle e in passato, centro di passaggio sulla Caminus Genue, via che conduceva a Genova. Il borgo è ricco di archi, portali, portici ed edifici con feritoie e canne fumarie a vista.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu